Back to school? Look da rientro in classe casual, senza stress

Share on Tumblr

Back to school: la campanella ha già squillato, le porte vetuste delle università si sono spalancate al nuovo anno.
Preparatevi per un outfit “back to..” rapido ma trendy, che non vi farà rimpiangere l’estate! La parola d’ordine è semplicità, il risultato è un look comodo.

Report (1)

Le blogger mi hanno fatto acquistare, spinto a farlo, un crop top: un top molto corto e dalle bretelle sottili, molto succinto e prettamente estivo. Nonostante ciò, questo pezzo sexy si può usare anche a scuola, mettendolo in mostra in modo strategico.

Back to shool, back to university: look semplice e casual per il rientro a scuola e all'università. Valentina ChiricoBack to shool, back to university: look semplice e casual per il rientro a scuola e all'università. Valentina Chirico

Gli ingredienti di questo look “back to school” sono: un crop top colorato e floreale (Terranova), il focus dell’outfit che sbucherà da una camicia effetto denim chiaro (Terranova). Il denim la farà da padrone nella stagione Autunno/inverno 2016-17!
Aggiungete dei comodi treggings oppure dei leggings, che uniscono l’elasticità e leggerezza del leggings all’aspetto del tipico pantalone o dei jeans (Pimkie) e delle altrettanto comode sneaker basse in tela (OVS). Gli accessori ricorderanno le allegre serate estive: orologio fluo in silicone (Avon) e un bracciale rigido leopardato (simile al bracciale di Kenneth Jay Lane).
Non possono mancare una capiente tracolla e un paio di occhiali, se ne avete bisogno. Il trucco? Minimale: mascara e un rossetto vivace e glossy, dalla tonalità più gettonata sulle passerelle, il viola!

Lookbook: back to shool, back to university, un look semplice e casual per il rientro a scuola. Consigli e chart di Valentina Chirico Lookbook: back to shool, back to university, look semplice e casual per il rientro a scuola. Consigli e chart di Valentina ChiricoValentina Chirico, make-up look rientro a scuola e all'università, back to school (back to university), rossetto Avon Shine Burst Plum Shock

Consiglio il rossetto Shine Burst Plum Shock e ricordo che se il rossetto è coordinato con i vostri occhiali, risparmierete tempo nel prepararvi!
Un outfit da rientro in classe fresco, causual e originale, perchè riesce ad unire i trend di varie stagioni nel periodo di transizione.
In bocca al lupo, studentesse!banner-eng

 

Valentina Chirico aka Valens

 

Share on Tumblr
Pubblicato in Moda e accessori, Outfit del Giorno, Pin me! (Contenuti pinnabili), Ultime tendenze | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Wycon, Lip Marker ‘N’ Balm Azalea Pink 04 (review e swatch)

Share on Tumblr

Vi è mai capitato di entrare in una profumeria e, dopo aver “swatchato” qualcosa (termine odiato e che sostituirò con “eseguire una prova o uno swatch”), esservi “innamorate” di un prodotto di make-up in una tonalità specifica, per poi rimanere in un dubbio perenne una volta acquistato? È capitato esattamente questo, quando ho incontrato il Lip Marker ‘N’ Balm di Wycon Cosmetics.

Wycon-Cosmetics-Lip-Marker-N-Balm-tinta-labbra-azalea-pink-04-review-e-swatch-di-Valentina-Chirico

Era la prima volta che visitavo un negozio Wycon e, tra cialde e rossetti in crema, ero ansiosa di provare tutto quello che mi capitava tra le mani. Ero rimasta folgorata dalle tinte per labbra Lip Marker ‘N’ Balm, pennarelli a doppia estremità, da un lato tinta e dall’altro balsamo, con una profumazione dolce.
La tonalità Azalea Pink #04 è stata la mio prescelto perché, provandolo sul dorso della mano e sul polpastrello, sembrava un bel rosa caldo, ma molto naturale.

Wycon-Cosmetics-Lip-Marker-N-Balm-tinta-labbra-azalea-pink-04-packaging-dettagli

Ho provato e riprovato, ma qualcosa non quadra con questa tinta per labbra.
L’astuccio riporta alcune informazioni chiave del Lip Marker ‘N’ Balm, ovvero, “colore no-transfer“, “effetto tattoo” e “colore modulabile“; mentre il sito aggiunge che “ha una texture a base d’acqua che lo rende leggero sulle labbra, per un risultato pigmentato e no-transfer. Il balsamo, arricchito da cere vegetali, lascia le labbra morbide donando comfort e idratazione […]”.

Va agitato prima dell’uso ed effettivamente è facile da usare; tuttavia ho notato che non ha affatto la consistenza leggera promessa; risulta appiccicosa già alla prima passata e anche dopo aver aspettato che si asciugasse.
Il risultato non è uniforme, né confortevole; lascia chiazze disomogenee di colore e una sgradevole sensazione di secchezza. Si trasferisce su qualsiasi superficie che entra in contatto con le labbra, anche dopo 20 minuti dall’applicazione. Qualcosa non va!
Nutrivo vari dubbi anche sul balsamo: come e quando usarlo?
La confezione non riporta indicazioni e, quando lo comprai, le indicazioni erano scarse anche sul sito.
Ho provato ad usarlo dopo una mezzora o un’ora dall’applicazione, per reidratare le labbra: la tinta si trasferisce sullo stick e inizia a migrare, trasferendosi sui denti.
Ho provato come base pre-trattante: ho applicato la tinta dopo aver tamponato con una velina l’eccesso di burro, non ho avuto nessuna miglioria.
Ho provato immediatamente dopo: la tinta macchia lo stick, mentre il colore diventa più omogeneo, oltre che più lucido. Tuttavia il balsamo è molto denso e vischioso.
Non è confortevole e questa sensazione dura per ore, il colore meno.
Dopo tutti i test e i mesi di uso, sono più che certa che non ha un effetto tattoo e dura intatto circa un ora prima di sbiadirsi a macchie.

Wycon-Cosmetics-Lip-Marker-N-Balm-tinta-labbra-azalea-pink-04-swatch-Valentina-Chirico-Valens-per-voi

Il colore? Molto più vivido di quello che doveva, basta poco per esagerare e le mie labbra, già pigmentate, diventano fucsia. Il fucsia è una tonalità che indosso volentieri, ma desideravo qualcosa di più delicato.

PRO:
è compatto;
è facile da applicare

CONTRO:
sensazione di secchezza;
balsamo molto colloso;
colore disomogeneo;
scarsa durata;
“pesante” sulla pelle;
prezzo alto/rapporto qualità-prezzo non idoneo

Wycon-Cosmetics-Lip-Marker-N-Balm-tinta-labbra-azalea-pink-04-review-swatch-Valentina-Chirico-Valens-per-voi

La tinta per labbra Lip Marker ‘N’ Balm di Wycon Cosmetics è disponibile in sette tonalità differenti e costa 5,90€, online e nelle catene del marchio.
Lo consiglio? No. Anche se comodo da portare in borsa, non è affatto pratico.
Il risultato non è uniforme e si rischia sempre di esagerare la quantità, avere labbra tinte scarsamente o un sorriso… roseo.
Peccato: per acquistarlo stavo perdendo il treno! Poco travel-friendly o pocket-friendly, comunque sia!

banner-eng

 

Valentina Chirico aka Valens

Share on Tumblr
Pubblicato in Make-up labbra, Make-up viso, Testato da me (review) | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

L’arte spiegata da Valentina Chirico: Joan Mirò. L’arte incontra la nail art: manicure surrealista

Share on Tumblr

L’arte incontra la bellezza, perché credo che non ci sia modo migliore di imparare, se non divertendosi! Con questa nail art scoprirete: Joan Mirò.
Questa manicure è nata per caso ed è per sua natura minimale e facile da realizzare.

arte-Valentina-Chirico-Joan-Mirò-nail-art-surrealista

Per tuffarvi nell’arte contemporanea con me, avrete bisogno di soli tre prodotti e cinque minuti del vostro tempo. Vi sorprenderete da sole!
Questa manicure è ispirata a “Blu II” e ai vari disegni preparatori alle “Costellazioni” e a “Collage” di Mirò.

Joan-Mirò-inspired-manicure-nailart-minimale Mirò-BlueII-manicure-surrealista Mirò-manicure-surrealista-Avon-Nail-Experts-Pearl-Shine

Prodotti usati: Avon Nail Experts Pearl Shine (formula originale), Kiko 3 in 1 Mat, Born Pretty Store nail art pen (Meauey Gal shake me-pump & use nail art pen) #2 (-10% con V10K31).

Procedimento:
1 creare una base rosa naturale: 1 strato di Avon Nail Experts Pearl Shine, trattamento fortificante e lucidante perlato, lasciare asciugare;
2 preparare la penna per nail art:  “shakerare” e spingere la punta della penna su un foglio di carta per scaricare l’eccesso di smalto;
3 tracciare il design: puntini in riga e tratti verticali, lasciare asciugare;
4 completare:  1 strato di top coat effetto opaco.

La base perlata e il topper asciugano in meno di un minuto ciascuno e, opacizzando l’effetto perlato del Pearl Shine, il risultato è assolutamente sobrio e delicato.

DSCF1688

Questa rapida manicure ha preso spunto, in particolar modo, da Blu II, un’opera del ’61, ora a Parigi, al Centre Georges Pompidou, che fa parte di un trittico ad olio realizzato dopo un soggiorno dell’artista spagnolo negli Stati Uniti.
Essenziale fino al midollo: nero, rosso, tratti e punti neri creano un universo all’apparenza semplice, ma difficile da cogliere perché frutto del subconscio.
E l’autore?
Nato nel 1893 e figlio di un’orefice, Joan Mirò, pittore e ceramista spagnolo, si avvicinò al movimento dadà, diventando in seguito uno dei massimi esponenti del gruppo surrealista. Presto si allontanò stilisticamente, concettualmente e tematicamente dagli altri compagni (Klee, Ernst, De Chirico…).
La sua arte è fatta di linee e segni grafici; cosmi, personaggi e creature solitarie o, molto spesso, in gruppi affollati, tracciati con semplicità come dalle mani pure di un bambino. Tuttavia le sue opere sono frutto di pensieri profondi, meglio definirli parte di una scrittura ideografica di sua invenzione o “graffiti di un aborigeno europeo su tela” intrisi di significato nebuloso.

Joan-Mirò-nail-art-costellazioni-manicure-surrealista

Pinnami! Pinnami! Questo schema riassuntivo vi illustrerà i vari “strumenti del mestiere” usati e consigliati insime alle opere che mi hanno ispirato ed è stata creata con amore.
Nota il top coat Kiko 3 in 1 base e top coat fortificante è fuori produzione, per rapidità simile consiglio l’Avon Magic Effects Matte Top Coat. Pin me! Pin me, please! 

rte-Valentina-Chirico-Joan-Mirò-nail-art-chart-nail art surrealista

Le opere di Joan Mirò che mi hanno ispirata sono “Blu II” (1961), questo disegno preparatorio del 1929 e da “Cifre e costellazioni amorose di una donna” (1941).
La lezione è finita… andate a fare pratica con libri e smalti!banner-eng

 

Valentina Chirico aka Valens

Share on Tumblr
Pubblicato in Curiosità, L'arte spiegata da Valentina Chirico-L'arte incontra la nail art, Mani e unghie | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento