Make-up e packaging creativi: troppo belli per essere usati…

Nell’industria del make-up il colore attira, ma la verità è che il packaging creativo, la confezione ricercata, in edizione limitata o artistica, è ciò che fa correre in profumeria oppure online per un acquisto. Parola di insider!

3D-printed-makeup-beautiful-beauty-products

Troppo belli per essere usati!”, direi e non oso ammetterlo, perché è la pura verità.
Ombretti e polveri multiuso con effetto marmorizzato (qui mark. e Clionadh Cosmetics) o dalla trama intricata (essence e Hourglass, anche se la lista è smisurata); blush, terre e highlighter multitonalità che sarebbe un peccato mischiare, anche se è un’azione funzionale (Chanel, Clinique…).
beuatiful-makeup-package-printed-3D-pans

I prodotti in perle? Troppo “tradizionali”, ed ecco comparire highlighter a forma di stelline per Natale (essence), blush in delicati petali di rosa o cuori (Ladurée ed Etude House).
Buona pace per le raffinate Météorites di Guerlain, le quali sono state sorpassate.
Il make-up in cialda diventa un’opera d’arte in miniatura con camei dettagliati e preziosi (Chantecaille e Clé de Peau).
I  rossetti si trasformano in peccati di vanità e dolcezze infantili; è il caso dei gatti di Paul&Joe e le stelle di Anna Sui, oppure rarità esotiche come gli stick con foglie d’oro e fiori di Kailijumei.

makeup-package-printed-3D-pans-blushes-lipstick-cat-paul-&-joe

Non solo il futile trucco, anche i trattamenti cosmetici sono diventati dei prodotti belli da vedere e da indossare.
La scelta dall’Asia è vasta e arriva con furore: c’è l’imbarazzo della scelta tra una maschera idratante con le sembinaze di animale (Berrisom) o di un personaggio del teatro Kabuki o un trattamento “da calzare” intrigante come il pizzo (Dermovia).makeup-package-printed-3D-pans-roses-blush-lace-sheet-face-masks

I prezzi per questi peccati così umani variano, ma avere almeno un pezzo da collezione, soprattutto se low-cost, non fa così male.
Ho usato con delicatezza un rossetto rosso fuoco a forma di prisma Avon, così come l’highlighter dorato dalla texture a cerchi concentrici ed ipnotici firmato Pupa o l’ombretto kaki U by Ungaro.

make-up-packages-printed-pans-Ungaro-Pupa-Cynthia-Rowley-for-Avon-le

Cynthia-Rowley-fr-Avon-All-over

Ma occhio! Se il make-up è in edizione limitata, usarlo è sinomino di fiamme eterne: così non ho sfiorato neppure con un dito l’all over pensato da Cynthia Rowley per Avon. Trovato solo negli States, mi ha lasciato a bocca aperta… mi è scivolato il pennello dalle mani.
Mostratemi i vostri peccati, vi assolvo!

banner-eng

 

Valentina Chirico aka Valens

Make-up e packaging creativi: troppo belli per essere usati…ultima modifica: 2016-11-25T00:13:47+00:00da valens871
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Altro..., Curiosità, Editoriale, Make-up labbra, Make-up viso, Prodotti Preferiti e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *